IL FRUTTO DEL MESE:

Pesche nettarine: annoverano diverse proprietà benefiche per la salute e il benessere dell’organismo

Rinfrescanti per natura:

Grazie alla loro composizione, svolgono un’azione rinfrescante, diuretica, blandamente lassativa, remineralizzante e vermifuga. Inoltre, aiutano a reintegrare energie dopo uno sforzo intenso, contribuiscono a regolare la pressione arteriosa e svolgono una preziosa funzione antiossidante. Ma non è tutto: secondo alcune ricerche sono utili al sistema nervoso, cardiaco e immunitario, per la vista, la pelle, le unghie e i capelli.

Un consiglio:

al momento dell’acquisto è preferibile scegliere i frutti con buccia senza grinze o ammaccature, il colore intenso e un buon profumo dolce. Al tatto, invece, devono risultare morbidi, non eccessivamente duri.

Ipocaloriche e sazianti, in cucina possono essere consumate fresche oppure cotte e, in questo caso, si abbinano molto bene con gli amaretti. È possibile adoperarle per preparare antipasti, accostandole ad esempio ad affettati o inserendole in una fresca insalata estiva.

In alternativa, sono un originale ingredienti per primi piatti come risotto e tagliatelle dagli svariati condimenti, secondi di carne o pesce e dessert (pesche sciroppate, macedonia e torte) oppure marmellate, confetture e gelati.

Le pesche nettarine sciroppate.

Ed ecco un’altra idea per una conserva estiva che tra qualche mese potrete usare per una golosa crostata alla crema o semplicemente per uno spuntino nostalgico.

Ingredienti:
1 kg di pesche qualità nettarina
1 l d’acqua
500 g di zucchero di canna
1 limone biologico

Preparazione:
Lavate le pesche sbucciate, eliminate i noccioli e tagliatele in 4 parti quindi conservatele in acqua acidulata con il succo del limone. In una pentola preparate lo sciroppo portando a ebollizione l’acqua con lo zucchero e facendo andare per una decina di minuti prima di tuffarvi dentro le pesche e cuocerle per altri 10 minuti.

A questo punto scolatele con la schiumarola e inseritele nei barattoli a chiusura ermetica che avrete già sterilizzato facendoli bollire per 10 minuti e poi asciugandoli con un panno pulito.

Rimettete lo sciroppo sul fuoco fino a farlo addensare, distribuitelo nei barattoli, chiudeteli e fateli bollire per altri 20 minuti. Fate riposare almeno 15 giorni prima di gustare.

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo ora con i tuoi amici sui social network!